Come chiedere un aumento di stipendio

aumento stipendio

Chiedere un aumento di stipendio è un momento importante nella carriera di qualsiasi lavoratore. Proprio a causa della sua importanza richiede una preparazione accurata e di saper comunicare efficacemente.

In questo articolo vedremo quali sono i passaggi chiave per chiedere un aumento a fine mese e come affrontare la conversazione in maniera professionale. Attraverso le giuste strategie e una pianificazione che sa cogliere il momento più adatto, potrai negoziare un aumento di stipendio che rifletta il tuo valore e le tue performance.

aumento stipendio

Perché richiedere un aumento: quando spetta e come capire il momento giusto

Richiedere un aumento è un momento delicato che deve essere gestito con consapevolezza e attenzione, così da avere più possibilità di successo. Ma procediamo con ordine. Esistono dei momenti in cui a un dipendente spetta di diritto un aumento, anche se questo può variare in base alle politiche aziendali.

In molte imprese, infatti, sono previsti degli aumenti annuali in base alle performance e all’esperienza. Un aumento di stipendio può anche avvenire nel momento in cui, come dipendente, assumi nuove responsabilità o hai ottenuto una promozione. Le tue nuove competenze, fanno aumentare il valore anche all’azienda che, molto probabilmente, sarà portata a darti un aumento di stipendio.

Una richiesta di aumento può essere fatto anche nel momento in cui ti rendi conto che la tua busta paga è significativamente più bassa rispetto alla media del mercato.

Esistono, però, dei momenti anche per capire il momento giusto per affrontare la conversazione con i tuoi superiori. Prima di chiedere un aumento, infatti, è bene essere sinceri con se stessi e ammettere se meriti davvero avere una busta paga più alta.

Ti consigliamo, per iniziare ad intavolare la conversazione, di chiedere di parlare con i tuoi superiori per discutere del tuo stipendio e delle tue performance, scegliendo il momento più adatto. Se sai che la tua azienda si trova in momenti di difficoltà finanziarie, non sarà sicuramente il momento giusto per chiedere un aumento.

In ogni caso, prima della conversazione, sarà bene prepararsi non solo con tutti i tuoi successi, ma anche sulle medie salariali per la tua posizione e il tuo settore.

Come richiedere un aumento al datore di lavoro?

Prima di richiedere un aumento al tuo datore di lavoro è fondamentale prepararsi in anticipo, valutando le tue performance e raccogliendo tutti i contributi di successo che hai dato all’azienda. Identifica i risultati tangibili, come, ad esempio, come hai fatto risparmiare su dei costi o come sei riuscito/a a far incrementare le vendite.

Una volta che hai raccolto tutti i dati in tuo favore, è il momento di effettuare una richiesta formale per una riunione nella quale discutere di questo argomento. Puoi farlo via e-mail, oppure di persona. Dipenderà molto dal tuo rapporto con il datore di lavoro.

Nel momento in cui ti trovi dentro la conversazione è bene tu sia sempre professionale, usando i dati e gli esempi che hai raccolto per sostenere la tua richiesta. Ascolta sempre le risposte che il datore di lavoro ti darà, questo ti permetterà di capire se affondare il colpo, oppure essere comprensivo e capire il momento difficile dell’azienda.

Il momento più complesso potrebbe essere quello della negoziazione: sii flessibile e considera altre forme di compensazione, come un bonus o ulteriori giorni di ferie.

Una volta che la conversazione si è conclusa, lascia del tempo al tuo datore di lavoro per pensare, rispettando i tempi. Sarà sempre bene prepararsi anche a una risposta negativa. In questo caso, chiedi gentilmente il feedback sulle ragioni del rifiuto e cosa puoi fare per migliorare le tue possibilità in futuro.

aumento stipendio

Le 4 mosse per richiedere un aumento di stipendio

Se vuoi chiedere un aumento di stipendio puoi cercare di seguire questi quattro punti:

  1. Studia attentamente il mercato. Informati su quello che succede nelle aziende competitors, o comunque simili alla tua. Chiedi quanto un dipendente nel tuo stesso ruolo guadagna e se, a pari mansioni, ha il tuo stesso livello contrattuale. Avere ben chiare queste informazioni ti aiuterà ad orientarti anche sulla somma da chiedere, senza puntare a cifre non reali e decisamente fuori mercato.
  2. Non pensare che parlare di denaro sia qualcosa di “sporco”. Potrebbe essere normale sentirsi a disagio ad affrontare questo argomento. Ma se desideri un aumento dovrai per forza di cose fare pratica sul “denaro” come topic di conversazione. Prendi confidenza con il tema, facendo delle prove e studiando.
  3. Scegli sempre il momento più adatto. Domandare un aumento di stipendio nel momento in cui la tua azienda si trova in difficoltà, non è una mossa oculata. Il tempismo è, infatti, fondamentale per avere successo in questo tipo di richiesta. Il momento giusto potrebbe essere, ad esempio, dopo che si ha ottenuto un ottimo risultato, o si sono ricevuti dei complimenti.
  4. Fai attenzione al tuo tono di voce. Nel momento in cui ti trovi ad avere a che fare il responsabile degli aumenti dovrai fare attenzione al tono che userai, andando a toccare i punti più corretti per riuscire a fare breccia e raggiungere gli obiettivi. Sii sempre deciso/o, ma non aggressivo/a. Ascolta e non parlare sopra il tuo datore. Dimostra le tue motivazioni in maniera ferma.

Gli errori da non fare

Nel chiedere un aumento di stipendio ci sono degli errori che è meglio non fare per rendere massime le possibilità di successo.

Prima di tutto prendi confidenza con la politica aziendale riguardo agli aumenti e alle procedure da seguire per richiederli. Segui sempre le regole e non uscire dai protocolli previsti.

È bene, poi, evitare di arrivare impreparati all’incontro: non avere con sé dati ed elementi per dimostrare che meriti un aumento può ritorcersi contro. Allo stesso modo, volere a fine mese un compenso più alto senza alcuna motivazione a favore della tua richiesta, ma solo perché senti di meritarlo può non essere la strada giusta da percorrere per ottenere quello che vuoi.

Davanti a un no è meglio non mostrarsi aggressivi o troppo emotivi, mantenendo sempre un tono professionale: mai minacciare di lasciare l’azienda se non otterrai quello che desideri, meglio invece cercare di negoziare in maniera rispettosa e sempre professionale.

Mantieni sempre alta la pazienza. Dopo la tua richiesta, infatti, potrà volerci del tempo per ricevere una risposta. Non assillare il tuo capo o il responsabile chiedendo insistentemente novità sulla tua richiesta.

Quanto chiedere di aumento?

Decidere quanto chiedere di aumento di stipendio può dipendere da diversi fattori, come possono essere i tuoi bisogni personali, le tue performance, la retribuzione media del mercato, ecc…

Per riuscire a stabilire una cifra il nostro consiglio è quello di fare una ricerca di mercato riguardo la retribuzione media per la tua posizione nella tua regione. Poi è sicuramente utile valutare in maniera oggettiva i risultati che hai ottenuto con e per l’azienda, così da avere un argomento valido da portare a tuo favore.

Tieni conto, inoltre, dell’inflazione per mantenere il tuo potere d’acquisto e considera sempre la situazione finanziaria dell’azienda. Se l’impresa per cui lavori non sta passando un buon periodo economico ti consigliamo di essere più flessibile nella tua richiesta.

Pronto per il tuo prossimo lavoro?

Scopri tutte le nostre offerte di lavoro

Consulta gli annunci, trova la posizione lavorativa che cercavi e candidati

Vieni a trovarci nella filiale più vicina a te

Scopri la filiale più vicina a te e contattaci per un appuntamento