E-WORK: CHIUDE 2021 CON FATTURATO A 165 MLN (+20% A/A)

Gen 27, 2022 | Newsletter

E-WORK: CHIUDE 2021 CON FATTURATO A 165 MLN (+20% A/A)

MILANO (MF-DJ)–E-work, ha chiuso il 2021 con un fatturato consolidato di circa 165 milioni di euro e una crescita del 20% sull’anno precedente. Il gruppo, si apprende da una nota, è pronto nel 2022 all’apertura di nuove filiali sul territorio e a rafforzare il posizionamento estero del brand, grazie a un piano mirato di acquisizioni, con l’obiettivo, entro l’anno, di raggiungere i 200 milioni di euro.

 

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO

 

Newsletter – ultimi articoli

e-work: crescita e nuove filiali nel 2022

e-work: crescita e nuove filiali nel 2022

Dodici nuove aperture nel Centro-nord Italia e un rafforzamento a livello internazionale con acquisizioni in alcuni dei mercati più dinamici e attrattivi, sono solo alcuni degli ambiziosi obiettivi che orientano la crescita nel Gruppo e-work nel 2022.

leggi tutto
Sales-Wellness Balance: come trovare il giusto equilibrio tra risultati e felicità

Sales-Wellness Balance: come trovare il giusto equilibrio tra risultati e felicità

Negli ultimi anni, la visione dell’impiego e del lavoro è cambiata drasticamente. Ma cosa si cela dietro a un fenomeno socio-economico così impattante come quello delle grandi dimissioni cui stiamo assistendo? Tra soft skill, nuove esigenze di performance e di benessere, l’analisi del clima aziendale con la risoluzione dei problemi e la valorizzazione delle risorse presenti, può essere il primo passo verso un cambiamento di prospettiva che mette le persone al centro.

leggi tutto
Competenze e talenti digitali. Intervista a Omar Mirzan Iacci, responsabile di IT Executive Branch.

Competenze e talenti digitali. Intervista a Omar Mirzan Iacci, responsabile di IT Executive Branch.

La selezione di profili IT è diventata un’attività strategica decisiva per il futuro di ogni azienda e una missione a volte impossibile per le Risorse Umane interne ad una organizzazione, La ricerca, l’attraction e il reclutamento di queste figure risulta cruciale, ma le difficoltà che si incontrano quando si intende assumere uno specialista IT sono sempre maggiori e complesse: dall’azienda che non sa o ha continui ripensamenti rispetto a quali esigenze IT debba soddisfare, all’HR che non parla la stessa lingua del candidato e dell’hiring manager, oltre ad una competizione sempre più spietata tra le imprese per accaparrarsi i migliori talenti, che si allarga oltre i confini nazionali e con nuovi contendenti.

leggi tutto